Disfunzione erettile - terapia

Andrologia > Disfuzione erettile > Disfunzione erettile - terapia

La durata media del rapporto è di 7 minuti

Il 30% degli italiani soffre di eiaculazione precoce

Un uomo su cinque soffre di disfunzione erettile

La durata media del rapporto è di 7 minuti

Il 30% degli italiani soffre di eiaculazione precoce

Un uomo su cinque soffre di disfunzione erettile

La durata media del rapporto è di 7 minuti

Il 30% degli italiani soffre di eiaculazione precoce

Un uomo su cinque soffre di disfunzione erettile

La durata media del rapporto è di 7 minuti

Il 30% degli italiani soffre di eiaculazione precoce

Un uomo su cinque soffre di disfunzione erettile

La durata media del rapporto è di 7 minuti

Il 30% degli italiani soffre di eiaculazione precoce

Un uomo su cinque soffre di disfunzione erettile

La durata media del rapporto è di 7 minuti

Il 30% degli italiani soffre di eiaculazione precoce

Un uomo su cinque soffre di disfunzione erettile

La durata media del rapporto è di 7 minuti

Terapia e trattamenti

La diffusione di farmaci come il Viagra® e altri inibitori della PDE-5, ha aumentato la consapevolezza sulla disfunzione erettile e sulle opzioni terapeutiche. Bisogna distinguere se la disfunzione erettile viene affrontata come sintomo o si vogliono trattare le cause alla base della malattia ottenendo così risultati permanenti. Di seguito è riportato un elenco dei trattamenti disponibili, classificati in base al risultato terapeutico desiderato.

Come ottenere un’erezione all’occorrenza

Questi trattamenti permettono ai pazienti di ottenere erezioni all’occorrenza prima e durante il rapporto sessuale. Ci sono quattro opzioni principali:

1. Farmaci per bocca (appartenenti alla categoria degli inibitori della PDE-5) come il Viagra®, Cialis®, Levitra® e Spedra®
2. Farmaci ad azione topica come:
a. Iniezioni peniene
b. Pellet intrauretrali di Alprostadil (MUSE®)
c. Alprostadil crema (Vitaros®)
3. Vacuum device (pompa a vuoto)
4. Protesi peniene

Ringiovanimento e fisioterapia peniena

Sono trattamenti che consentono di rinvigorire e ringiovanire i tessuti, aiutando a migliorare il meccanismo dell’erezione.

• Terapia con onde d’urto (link)
• Esercizi di rafforzamento del pavimento pelvico
• Chirurgia vascolare per aumentare il flusso sanguigno o ridurre la fuga venosa

Controllo dei fattori di rischio

È orami ben documentato nella letteratura medica lo stretto legame della disfunzione erettile con alcune patologie come diabete, l’ipertensione arteriosa, le malattie cardiovascolari e l’ipogonadismo.
Tenere sotto controllo questi fattori di rischio con terapie farmacologiche adeguate e opportune modifiche dello stile di vita può migliorare significativamente le performance erettili.
Inoltre, alcuni farmaci possono, causare come effetto collaterale la disfunzione erettile e/o il calo della libido. In questo, se possibile, può essere utile sostituire il farmaco con un altro che ha minori effetti collaterali.

Psicoterapia (terapia psicosessuale)

Nella maggior parte dei casi, la disfunzione erettile è un processo multi-fattoriale ed è il risultato dell’interazione di fattori biologici, cognitivi, emozionali e relazionali che concorrono alla sua insorgenza. Per tale motivo, la psicoterapia, unita ad altri trattamenti, può rappresentare un valido aiuto per migliorare la funzione sessuale del paziente. Diversi studi hanno provato l’associazione di psicoterapia e terapia medica (farmacologica e non) ha un effetto sinergico sul raggiungimento del risultato.

Modifiche allo stile di vita

Nonostante esistano delle condizioni mediche che possono contribuire alla disfunzione erettile, spesso la responsabilità è da attribuire ad abitudini di vita poco sane: modificare il proprio stile di vita può fare la vera differenza. I fattori di rischio più comuni sono:

• Cattiva alimentazione
• Fumo
• Sedentarietà
• Eccessivo consumo di alcool
• Stress

Desideri maggiori informazioni o prenotare una visita presso il nostro centro?