Condilomi accuminati

Andrologia > Malattie sessualmente trasmesse > Condilomi accuminati

La durata media del rapporto è di 7 minuti

Il 30% degli italiani soffre di eiaculazione precoce

Un uomo su cinque soffre di disfunzione erettile

La durata media del rapporto è di 7 minuti

Il 30% degli italiani soffre di eiaculazione precoce

Un uomo su cinque soffre di disfunzione erettile

La durata media del rapporto è di 7 minuti

Il 30% degli italiani soffre di eiaculazione precoce

Un uomo su cinque soffre di disfunzione erettile

La durata media del rapporto è di 7 minuti

Il 30% degli italiani soffre di eiaculazione precoce

Un uomo su cinque soffre di disfunzione erettile

La durata media del rapporto è di 7 minuti

Il 30% degli italiani soffre di eiaculazione precoce

Un uomo su cinque soffre di disfunzione erettile

La durata media del rapporto è di 7 minuti

Il 30% degli italiani soffre di eiaculazione precoce

Un uomo su cinque soffre di disfunzione erettile

La durata media del rapporto è di 7 minuti

Cosa sono?

I condilomi acuminati sono un’infezione sessualmente trasmessa. Tuttavia, a volte il contagio avviene anche senza aver effettuato il rapporto sessuale, dato che basta il semplice contatto con la parte dei genitali infetta per trasmettere il virus. Il responsabile dell’infezione è l’Human Papilloma Virus (HPV). Se non curati, è possibile che i condilomi portino allo sviluppo di alcuni tipi di cancro.


Come si manifestano?

I condilomi acuminati sono conosciuti anche come verruche genitali e creste di gallo perché si manifestano tramite delle protuberanze rosee e carnose. Le escrescenze colpiscono generalmente cute e mucose della zona genitale e anale, in particolare glande, solco balano-prepuziale, meato uretrale, frenulo e pene. All’inizio, i condilomi sono delle semplici puntine rossastre indolori.


Come si curano?

Dopo la diagnosi, che avviene tramite analisi con tampone uretrale per gli uomini (dato che non esiste ancora l’equivalente maschile del PAP test per le donne), i condilomi si possono curare sia con farmaci che intervento chirurgico. Quest’ultimo è generalmente consigliato perché distrugge definitivamente i condilomi. Ci sono tre tipi di interventi: laser, crioterapia ed elettrocoagulazione. Con la crioterapia viene utilizzato un tampone imbevuto di azoto liquido per congelare i condilomi e asportarli senza anestesia e senza sanguinamento, mentre con l’elettrocoagulazione e la laserterapia viene vaporizzato il condiloma sotto anestesia locale, con minime cicatrici post-operatorie.


Come si prevengono?

I condilomi si prevengono principalmente evitando numerosi rapporti occasionali con partner differenti. Il preservativo può essere utile ma non è completamente sicuro, dato che non impedisce completamente il contatto con le zone genitali eventualmente infette.

Desideri maggiori informazioni o prenotare una visita presso il nostro centro?