Disfunzione erettile, come evitarla con l'avanzare dell'età
Disfunzione erettile, come evitarla con l’avanzare dell’età
Maggio 15, 2018
Testosterone, un indicatore di salute (anche sessuale) per l’uomo
Testosterone, un indicatore di salute (anche sessuale) per l’uomo
Maggio 22, 2018

Gonorrea, cos’è e come si cura?

Gonorrea, cos'è e come si cura?

La gonorrea, nota comunemente come “scolo”, è una malattia sessualmente trasmissibile. Molti pensano che si tratti di una malattia del passato. Invece, la gonorrea occupa il secondo posto tra le malattie a trasmissione sessuale con 78 milioni di nuovi malati all’anno, dopo i 131 milioni di diagnosi di clamidia e i 5,6 milioni di sifilide ogni anno. Quali sono i sintomi, come evitarla e come si cura, lo spiega il dottor Andrea Russo, urologo Direttore di CURA – Centro di Urologia Avanzata, con sede a Milano e Saronno.

«La gonorrea o blenorragia, comunemente nota come “scolo” – dice il dottor Andrea Russo, urologo Direttore del Centro di Urologia Avanzata -, è un’infezione del tratto urinario maschile e urogenitale femminile dovuta al batterio Neisseria gonorrhoeae che prolifera in ambiente umidi come i genitali, ma anche bocca e gola. Il batterio e quindi la malattia si trasmette per via sessuale con rapporti non protetti e, una volta avvenuto il contatto, penetra nelle mucose e provoca l’infezione».

Dai sintomi alla diagnosi di gonorrea

Non sempre ci sono sintomi evidenti di gonorrea e questo a volte ritarda una corretta diagnosi.  Esami di laboratorio effettuati su campioni prelevati grazie a un tampone sulle parti infette, permette di rilevare il batterio responsabile. «Negli uomini – spiega l’urologo Andrea Russo – la gonorrea si manifesta spesso con un dolore durante la minzione, cioè mentre si urina, e con perdite bianche o gialle dal pene. In alcuni casi si riscontra anche dolore o gonfiore ai testicoli. Invece nelle donne può essere asintomatica, specialmente in casi lievi, anche se nelle fasi avanzate può provocare sanguinamento e perdite vaginale, e dolore durante la minzione. In entrambi i casi è importante diagnosticarla in tempo perché può avere serie complicanze: negli uomini, ad esempio, se l’infiammazione non è trattata può estendersi e colpire testicoli, prostata o provocare restringimenti delle vie urinarie. Nelle donne invece può causare infiammazione pelvica e infertilità o problemi durante la gravidanza. Inoltre – precisa l’esperto – è una malattia che può trasmettersi anche da madre a figlio durante il parto, provocando anche la cecità a causa di congiuntiviti e ulcere corneali di grave entità».

Come si previene e si cura la gonorrea?

La gonorrea è una delle malattie sessualmente trasmissibili più comuni e diffuse: basti pensare che solo in Europa tra il 2008 e il 2013 il numero dei casi riportati è aumentato del 79%, soprattutto tra i maschi di età compresa tra 15 e 34 anni (fonte: European Centre for Disease Prevention and Control). «Esiste solo una forma di prevenzione possibile – sottolinea lo specialista – ed è quella di avere rapporti sessuali protetti. I giovani sono più a rischio di contrarre la gonorrea, con una prevalenza negli uomini rispetto alle donne. Una volta accertata l’infezione – conclude il direttore del Centro di Urologia Avanzata – il trattamento prevede una terapia a base di antibiotici scelti a seconda del ceppo di batteri che ha provocato l’infezione».