Fimosi operazione
Ottobre 15, 2021
Onde d’urto disfunzione erettile dove farle
Ottobre 29, 2021

Peyronie e onde d’urto

La terapia con onde d’urto extracorporee è un approccio terapeutico relativamente nuovo e non invasivo che utilizza le onde d’urto per rompere il tessuto cicatriziale, aumentare il flusso sanguigno, promuovere la guarigione e, infine, alleviare il dolore. Oggi ci occuperemo nuovamente di Peyronie e onde d’urto!

Peyronie e onde d’urto, ne parliamo con il Dottor Andrea Russo!

  • Chi è il Dottor Russo?

Il Dott. Andrea Russo è uno Specialista in Urologia e Andrologo che si dedica ai problemi sessuali maschili. A differenza di altri colleghi lui si occupa specificamente di sessualità maschile. Questo significa che sa metterti a tuo agio e che è in grado di risolvere il tuo problema. Lo dicono più di 400 recensioni positive. Il Dott. Russo esercita la sua professione in qualità di direttore del Centro di Urologia Avanzata a Milano e direttore del Wolf Elvation Training Center Onde d’Urto in Andrologia. Presso i suoi centri si utilizza un approccio terapeutico basato sui più recenti studi clinici, sulle linee guida delle società scientifiche internazionali di medicina sessuale e sull’ampia esperienza clinica del Dottor Russo.

Cos’è la terapia con le onde d’urto?

La terapia con onde acustiche è sempre stata utilizzata in ortopedia per aiutare a guarire legamenti feriti, tendini feriti, ossa rotte e per accelerare la riparazione dei tessuti stimolando la crescita cellulare. Quando applicata al trattamento della disfunzione erettile, la terapia con onde acustiche stimola i corpi cavernosi (le arterie del pene) e il tessuto nervoso associato. Un piano di trattamento della terapia con onde acustiche per la disfunzione erettile prevede sei sessioni, distanziate di due settimane, con tre sessioni a settimana, o tre settimane, con due sessioni a settimana. Una seduta dura circa 20-25 minuti con blocchi di 2000 impulsi. Uno strumento applica le onde sonore per stimolare una risposta meccanica e chimica nel corpo. I pazienti riferiscono una maggiore sensibilità ed erezioni più solide e più durature, con effetti positivi che possono durare fino a due anni. Per maggiori informazioni potete leggere sul nostro Blog il seguente articolo: Malattia di Peyronie onde d’urto

Funziona?

Sebbene non siano ancora stati pienamente approvati, i risultati per il trattamento dei pazienti con disfunzione erettile suggeriscono che la terapia con onde acustiche è una valida alternativa alla chirurgia e ai farmaci e potrebbe rivelarsi il trattamento per la disfunzione erettile più efficace per molti uomini. La terapia con onde acustiche si è dimostrata particolarmente efficace (meta-analisi) nel trattamento della malattia di Peyronie e offre agli uomini che soffrono di un caso progressivo o grave di questa condizione un’ottima alternativa alle procedure chirurgiche invasive.

Peyronie e onde d’urto, un argomento che deve essere trattato con uno specialista in Urologia o Andrologia. Il Dottor Andrea Russo è a tua disposizione per chiarimenti. Chiama il 3343471726 per prenotare una visita!

Terapia con onde acustiche per la malattia di Peyronie

L’avvento della terapia con onde acustiche per la disfunzione erettile ha offerto una possibile alternativa ai farmaci e alla chirurgia che vale la pena considerare per molte patologie e specialmente per coloro che soffrono di malattia di Peyronie. La terapia con onde acustiche è sempre stata utilizzata in ortopedia per aiutare a guarire ossa rotte, legamenti feriti e tendini feriti, accelerare la riparazione dei tessuti e stimolare la crescita cellulare. Quando applicata al trattamento della disfunzione erettile, la terapia con onde acustiche stimola i corpi cavernosi (le arterie del pene) e il tessuto nervoso associato.

Frequenza e sedute

Una seduta dura circa 20-25 minuti con blocchi di 2000 impulsi e generalmente viene ripetuta per sei sessioni, con intervalli che possono variare o ogni due settimane (con tre sessioni settimanali) oppure tre settimane con due sessioni a settimana. Lo strumento, un manipolo molto simile a quello delle ecografie, applica le onde sonore in loco per stimolare una risposta meccanica e chimica nel corpo.

Risultati

L’analisi statistica che abbiamo riportato, eseguita su oltre 400 pazienti e presenti in 6 diversi studi scientifici, dimostra che l’utilizzo delle onde d’urto nella fase iniziale della malattia ha una reale azione nel ridurre le dimensioni della placca fibrosa e del dolore penieno. La terapia con onde acustiche si è dimostrata particolarmente efficace nel trattamento della malattia di Peyronie e offre agli uomini che soffrono di un caso progressivo o grave di questa condizione un’ottima alternativa alle procedure chirurgiche invasive.

Principali vantaggi della terapia con onde d’urto

Peyronie e onde d'urto

La terapia con onde d’urto fornisce più di un effetto a breve termine ed è un’alternativa al Viagra e ad altri farmaci per l’impotenza. Aumentando l’ossido nitrico, si crea un effetto simile al inibitore della PDE-5, ma la terapia con onde acustiche tratta la causa invece del sintomo. La terapia con onde d’urto stimola la rottura della placca, la formazione di nuovi vasi sanguigni e la rigenerazione dei nervi nel tempo. Queste caratteristiche rendono la terapia con onde d’urto particolarmente utile per gli uomini affetti dalla malattia di Peyronie. Alcuni uomini sperimentano un netto miglioramento dopo una sola sessione e, nel corso del trattamento, i pazienti inizieranno a vedere i benefici. Se i tuoi problemi di disfunzione erettile sono associati alla malattia di Peyronie, consulta gli specialisti della disfunzione erettile, discuti le opzioni di trattamento e agisci subito senza esitazioni.

Conclusioni e consigli per la malattia di Peyronie e onde d’urto

Individuare il medico e il centro adatto per la terapia con le onde d’urto spetta a voi. Noi possiamo solo suggerirvi uno specialista, molto qualificato, il Dott. Andrea Russo. Il Dottor Russo sull’argomento: Malattia di Peyronie e onde d’urto ha una notevole esperienza. Tuttavia come anticipato l’efficacia della terapia è maggiore se la Peyronie è nelle fasi iniziali. Una raccomandazione utile quindi è quella di cercare di stabilire da subito e senza alcun imbarazzo!

Attendere non conviene!

Non ci sono evidenze scientifiche che questo trattamento nei pazienti con IPP stabilizzata, portati alcun beneficio, per ciò che riguarda la riduzione della curvatura peniena. Il trattamento è sicuro, in quanto nessuno dei pazienti trattati ha avuto complicanze significative o effetti collaterali. Un consiglio, rivolgetevi sempre a un medico per stabilire con certezza da cosa dipende la disfunzione erettile e per individuare la cura giusta per il vostro caso.

Per maggiori informazioni o per prenotare un appuntamento potete chiamare il 3343471726, oppure inoltrare una mail a info@cura-avanzata.it.

Lo studio del Dott. Russo si trova in Via Giovanni Battista Pergolesi, 16, 20124 Milano MI.

Seguici anche su Facebook

Email
Telefono