Chi è l’andrologo
Chi è l’andrologo
Maggio 21, 2019
Disfunzione erettile nei giovani, le cause psicologiche
Come curare la disfunzione erettile
Maggio 28, 2019

Eiaculazione precoce a chi rivolgersi

onde-durto

Soffro di eiaculazione precoce, come posso fare? Soffro di eiaculazione precoce a chi rivolgersi? Probabilmente il solo pensiero di pronunciare queste frasi mettono in crisi qualsiasi uomo, arrivare a pronunciarle, però, è anche l’unico modo per compiere il primo passo verso una vita sessuale soddisfacente.

Eiaculazione precoce a chi rivolgersi e a chi no!

Prima di tutto definiamo il concetto di eiaculazione precoce, perché non tutti hanno ben presente in che contesto si inquadra. Le statistiche indicano che il tempo medio della durata di un rapporto sessuale penetrativo è di 6 minuti, ai termini dei quali avviene l’eiaculazione. Si parla di eiaculazione precoce quando questo avviene entro un minuto dalla penetrazione. Questa condizione colpisce in Italia circa il 30% della popolazione maschile fino ai 60 anni d’età.

Secondo le società scientifiche di medicina sessuale (europee e americane), si parla di eiaculazione precoce quando sono presenti una o più delle seguenti caratteristiche:

  • L’eiaculazione avviene sempre o quasi sempre entro un minuto dalla penetrazione.
  • Incapacità di ritardare l’eiaculazione prima o dopo la penetrazione.
  • Disagio, imbarazzo, ansia, frustrazione e difficoltà di coppia, che possono portare a evitare l’attività sessuale.

Stiamo parlando di un disagio che può condizionare la vita di un uomo, come quella della coppia, e ma che può essere affrontata e migliorata.

Cosa si può fare?eiaculazione precoce

Il Web e la pubblicità, in questo ambito, offrono tantissime opzioni tra cui creme, spray, soluzioni naturali, personal coach, farmaci, etc.

L’approccio più corretto prevede recarsi da uno specialista ma spesso la reticenza e l’imbarazzo fanno scegliere strade più facili ma meno sicure. Esiste una sola soluzione corretta ed è quella di rivolgersi ad un medico specializzato.

La visita con l’andrologo è necessaria per effettuare una corretta diagnosi e identificare le cause alla base del problema.

L’imbarazzo non paga!

Rivolgersi ad un andrologo per affrontare il problema risulta essere la cosa più difficile da fare per un soggetto colpito da eiaculazione precoce, eppure gli attuali protocolli terapeutici, dimostrano come quasi tutti i pazienti riescano ad aumentare il tempo di eiaculazione, a prescindere dalle cause alla base del disturbo.

Sembra proprio quindi, che il primo grosso problema da risolvere sia dunque quello di rivolgersi a un medico!

Contatta il dottore al 3343471726

 

Visita andrologica

Disfunzione erettile: la nuova frontiera sono le onde d’urto

Vi siete decisi al confronto con lo specialista e vorreste sapere cosa vi aspetta? Tranquillizzatevi non c’è niente che non potrete affrontare. La visita dall’andrologo non è per niente differente rispetto a tutte le altre visite. In un primo momento lo specialista farà un’anamnesi raccogliendo il maggior numero di informazioni possibili sulla storia e sullo stile di vita del paziente.

Informazioni come il tipo di alimentazione che seguite, se avete il vizio del fumo, se consumate alcolici e in che quantità, se fate attività fisica o meno, se avete patologie a carico, se ci sono casi in famiglia di patologie andrologiche, che tipo di farmaci state assumendo e come procede la vostra vita sentimentale e sessuale. Secondariamente la visita prevede un controllo degli organi genitali che esaminerà forma, dimensioni e aspetto di testicoli e pene.

Terapia e trattamento dell’eiaculazione precoce

In seguito alla visita e in base all’esito di alcuni accertamenti, che il medico può prescrivere, si arriva a una diagnosi. Va detto che le cause sono tante e diverse, ma per semplificare le possiamo riassumere in 4 macro aree:

  • Eiaculazione precoce congenita.
  • Eiaculazione precoce acquisita.
  • Eiaculazione precoce episodica o situazionale (mista).
  • Disfunzione eiaculatoria soggettiva (simil-precoce)

L’eiaculazione precoce quindi non è uguale per tutti! Differenti cause scatenanti richiedono protocolli terapeutici differenti!

Principali trattamenti dell’eiaculazione precoce

In primis il paziente necessita di un’adeguata spiegazione delle caratteristiche principali del proprio disturbo, e questo proprio per la buona riuscita del trattamento, soprattutto in caso di eiaculazione precoce soggettiva e variabile.

Non entreremo nel merito singole terapie di cui abbiamo già parlato qui , tuttavia vi forniremo le possibilità che un andrologo può mettere in campo:

  1. Terapia comportamentale.
  2. Anestetici locali.
  3. Farmaci antidepressivi- inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina (SSRI)
  4. Terapia combinata ovvero una combinazione di più terapie.
  5. Chirurgia

 

Conclusioni

Il primo grande ostacolo per migliorare la qualità della vostra vita sessuale, siete voi stessi! Se si presenta un problema, anche non necessariamente severo, il consiglio migliore che potete ricevere è quello di rivolgervi ad un serio professionista! Per rispondere alla domanda” Eiaculazione precoce a chi rivolgersi”, vi presentiamo uno specialista, molto qualificato, a Milano che a Saronno.

Il Dott. Andrea Russo, Specialista in Urologia e Andrologo è Direttore del Centro di Urologia Avanzata.

Presso il suo centro si utilizza un approccio terapeutico basato sui più recenti studi clinici e sulle linee guida delle società scientifiche internazionali di medicina sessuale.

Per maggiori informazioni contatta il dottore al 3343471726

Seguici anche su Facebook