Impotenza esami da fare
Marzo 20, 2021
spermiogramma
Circoncisione a chi rivolgersi
Aprile 10, 2021

Induratio penis plastica centri specializzati

Studio dottore

Per chi soffre della malattia di la Peyronie, individuare delle strutture aggiornate con le migliori cure per questo disturbo è importante. Sull’argomento induratio penis plastica centri specializzati, il Dottor Russo, ha un’ampia esperienza.

Induratio penis plastica centri specializzati, ne parliamo con il centro CURA del Dott Andrea Russo!

La salute del tessuto del pene dipende da un flusso sanguigno adeguato. Nella malattia di Peyronie, le placche fibrose si sviluppano nel tessuto muscolare del pene a causa della riduzione del flusso sanguigno, causata da invecchiamento, diabete o traumi; come la chirurgia per il cancro alla prostata.

Le placche indurite possono essere sode al tatto, causare dolore, impedire un allungamento normale e causare la curvatura del pene, rendendo l’attività sessuale difficile o, se abbastanza grave, non possibile. 

Cure e implicazioni da non sottovalutare

L’impatto negativo sulla qualità della vita è significativo e più del 70% degli uomini con la malattia di Peyronie, sperimenta depressione o difficoltà di relazione. Attualmente, la malattia di Peyronie viene trattata, nei casi più gravi, con un intervento chirurgico o un intervento chirurgico di impianto del pene, che può causare un ulteriore sviluppo di tessuto cicatriziale, accorciamento del pene e disfunzione erettile. Nei casi meno gravi l’approccio, riconosciuto dalle attuali evidenze scientifiche, è il Xiapex. 

Induratio Penis plastica cure

Induratio penis plastica centri specializzati

Attualmente questo è l’unico trattamento non chirurgico che ha un impatto significativo sulle placche della malattia di La Peyronie. Tuttavia, i risultati variano significativamente da paziente a paziente. Di recente si è incominciato ad utilizzare le onde d’urto a bassa intensità (ESWT).

Questa ecografia terapeutica è comunemente usata per trattare i traumi dei tessuti molli nelle lesioni muscolo scheletriche e non ha effetti collaterali noti. Riduce l’infiammazione, riduce al minimo i danni ai tessuti, migliora il flusso sanguigno e aiuta ad ammorbidire il tessuto cicatriziale.

Induratio Penis Plastica o IPP cos’è!

Abbiamo già scritto sull’argomento IPP Indratio Penis Plastica quindi non ci dilunghiamo molto, però dobbiamo ricordare alcuni aspetti. Sappiamo che l’accumulo di tessuto cicatriziale fibroso, all’interno del pene, porta alla formazione di placche che, sommandosi e indurendosi, ostacolano la flessibilità.

A causa della natura sensibile di questa malattia, molti uomini non parlano della loro condizione con amici, familiari o dottori. Questo è molto sconveniente perché prima viene diagnosticata, maggiori sono le possibilità di ottenere buoni risultati, soprattutto senza ricorrere alla chirurgia. 

Le cause comuni

Sappiamo anche che la causa o le cause dell’Induratio Penis Plastica non sono completamente chiare e sembrano essere coinvolti numerosi fattori. La versione più accreditata è quella che collega la malattia a ripetuti traumi/lesioni al pene. Ad esempio, il pene potrebbe essere danneggiato durante il sesso, l’attività sportiva o a seguito di un incidente. Durante il processo di guarigione dopo una lesione al pene, il tessuto cicatriziale si forma in modo disorganizzato.

Induratio penis plastica sintomi

Sei potenziali segni dell’Induratio Penis Plastica, da tenere sotto controllo:

  • Alterazioni morfologiche del pene durante l’erezione (es, si curva quando è eretto).
  • Si verifica un accorciamento del pene.
  • Restringimenti a “clessidra” dell’albero del pene.
  • Grumi nel pene, ovvero presenza di lesioni indurite alla palpazione.
  • Dolore al pene (a riposo o in erezione).
  • Disfunzione erettile.

In alcuni casi purtroppo la malattia di La Peyronie è asintomatica e in ogni caso, i sintomi e il grado in cui si manifestano, dipendono dalle dimensioni, dalla forma e dalla posizione delle placche di tessuto cicatriziale.

Induratio penis plastica centri specializzati, scopri i centri CURA del Dott. Russo! Chiama ora per maggiori informazioni, 3343471726!

L’importanza della diagnosi precoce!

La malattia di La Peyronie è una malattia progressiva ed è contraddistinta da due fasi diverse. Dalla sua insorgenza fino a circa 12 mesi, la malattia è nella cosiddetta fase acuta; durante la quale, le dimensioni e la morfologia delle placche sono soggette a mutamenti continui ed anche la sintomatologia tende a variare.

Dopo un anno dall’insorgenza della malattia la placca e i sintomi iniziano a stabilizzarsi e, a questo punto, sarà possibile prendere in considerazione tutte le opzioni terapeutiche. La malattia di La Peyronie è curabile, ma è molto importante rivolgersi allo specialista ai primi segnali per una diagnosi e una cura precoce. La malattia, che abbiamo visto svilupparsi in un anno, è più facilmente curabile se si interviene nelle fasi iniziali.

IPP come si cura?

Induratio penis plastica centri specializzati

Prima di tutto abbiamo appena visto, con la prevenzione! Segnalare subito il problema, all’insorgenza dei primi sintomi, è fondamentale per poter intervenire con la terapia conservativa. Sviluppandosi lentamente, si ha tutto il tempo per intervenire e ottenere risultati ottimali, specie se si interviene nelle fasi iniziali. Abbiamo già trattato l’argomento Induratio Penis plastica cure, ma giustamente, se dobbiamo valutare un centro di cura, sapere quali sono attualmente le cure riconosciute dalla comunità scientifica; è fondamentale.  

I migliori centri per la cura dell’IPP

Per trattare adeguatamente, ma soprattutto in modo personalizzato, i pazienti affetti da IPP, un centro deve possedere le tecnologie e l’esperienza per poter adattare le cure al paziente. Non tutte le cure infatti sono indicate per le differenti fasi della malattia.

Come da protocollo la cura è progressiva, nel senso che prima di arrivare ad una soluzione chirurgica, si sperimentano tutte le opzioni non invasive. Attualmente le cure riconosciute dalla comunità medica a disposizione per l’IPP , sono quelle che abbiamo accennato: Xiapex, Onde d’Urto (ESWT), trattamento chirurgico. Conosciamoli più da vicino perché questi trattamenti devono essere necessariamente presenti in un centro cura per l’induratio penis plastica. 

Induratio penis plastica centri specializzati

Iniezioni di Xiapex

In base alle attuali evidenze scientifiche, Xiapex è l’unico trattamento non chirurgico che ha un impatto significativo sulle placche della malattia di La Peyronie. Tuttavia, i risultati variano significativamente da paziente a paziente. L’iniezione induce la scissione enzimatica della placca, riducendo la deformità della curvatura peniena e il disturbo arrecato. In base agli studi più recenti, si verifica una riduzione media della curvatura pari al 35%. Ad esempio, se la sua curvatura era di 90 gradi, una riduzione del 30% equivarrebbe a una curvatura inferiore a 60 gradi dopo il trattamento.

L’esperienza sul campo del Dottor Andrea Russo suggerisce che i risultati variano significativamente da individuo a individuo. Generalmente i pazienti riscontrano un miglioramento significativo dopo il primo ciclo di Xiapex. Tuttavia, la curvatura residua potrebbe impedire i rapporti o causare fastidi e in tal caso, bisognerà prendere la correzione chirurgica.

Onde d’Urto (ESWT), una soluzione efficace!

Il trattamento con onde d’urto a bassa intensità (ESWT) è un nuovo tipo di trattamento ambulatoriale, studiato per diminuire il dolore e per ridurre la lunghezza della fase attiva della placca. Una recente meta-analisi dimostra un beneficio nella riduzione delle dimensioni della placca e una riduzione statisticamente significativa del dolore al pene, osservata in più studi. Al momento la terapia con le onde d’urto sembra essere una modalità non invasiva sicura ed efficace, nel trattamento della Peyronie e delle sue successive complicanze.

Induratio penis plastica centri specializzati, scopri i centri CURA del Dott. Russo! Chiama ora per maggiori informazioni, 3343471726!

I vantaggi della terapia a onde d’urto

Il trattamento con le onde d’urto ha una serie di vantaggi:

  • Non è invasivo.
  • Non provoca dolore.
  • Non ci sono limiti di età.
  • Non esistono controindicazioni generali o locali, salvo evidenti infiammazioni.

Risultati confutati dalla scienza 

Un crescente numero di evidenze scientifiche dimostra che la terapia con onde d’urto per la malattia di la Peyronie è efficace per la formazione di nuovi vasi sanguigni (neoangiogenesi) e la riparazione del rivestimento dei vasi sanguigni esistenti (l’endotelio.) Altre teorie suggeriscono che potrebbe rompere la placca che blocca il flusso sanguigno in piccoli i vasi sanguigni, oppure può far migrare le cellule staminali nell’area, creando nuovi vasi sanguigni. 

Trattamento chirurgico

Se i pazienti non sono candidati idonei alle iniezioni di Xiapex o c’è una curvatura residua dopo il trattamento con Xiapex, si deve considerare la correzione chirurgica.

Il trattamento chirurgico della malattia di La Peyronie ha quattro obiettivi:

  • Ottenere un raddrizzamento del pene.
  • Ripristinare la lunghezza e la circonferenza del pene.
  • Mantenere o ripristinare la normale funzionalità erettile.
  • Ridurre al minimo il rischio di complicanze quali ematomi e riduzione della sensibilità del pene.

Esistono tre principali tecniche chirurgiche:

  • Plicatura.
  • Grafting.
  • Impianto di protesi peniena.

Plicatura

Tutti gli interventi di Plicatura prevedono la medesima procedura: il chirurgo opera sulla parte sana del pene accorciandola e portandola alla stessa lunghezza della parte colpita dalla malattia, eliminando così la curvatura.

I candidati ideali a questo intervento sono i pazienti che hanno le seguenti caratteristiche:

  • Funzione erettile intatta o che risponde alla farmacoterapia.
  • Curvatura < 60 gradi.
  • Assenza di deformità complesse.
  • Assenza di effetto a clessidra o a cerniera.
  • Perdita di lunghezza dovuta alla malattia < 20% della lunghezza totale in erezione.

Grafting

Mentre la Plicatura consiste nell’operare sulla parte sana e cioè il lato lungo del pene per accorciarlo, la tecnica del Grafting si basa sul principio opposto: il chirurgo opera sulla placca (o placche) peniena per ripristinare l’elasticità (persa a causa della placca) del lato del pene colpito dalla malattia (lato corto) cosicché entrambi i lati raggiungano la medesima estensione durante l’erezione, eliminando la curvatura.

I candidati ideali a questa procedura sono i pazienti con le seguenti caratteristiche:

  • Funzione erettile intatta o che risponde alla farmacoterapia.
  • Curvatura > 60 gradi.
  • Deformità complessa.
  • Effetto a cerniera destabilizzante.
  • Retrazione e/o accorciamento penieno.

Impianto di protesi peniena

L’impianto di una protesi peniena consiste nel posizionare all’interno dei corpi cavernosi danneggiati due cilindri in silicone (protesi peniena), che consentono al paziente di ottenere erezioni meccaniche al bisogno.

Conclusioni

Dott. Andrea Russo

Il Dott. Andrea Russo è uno Specialista in Urologia e Andrologo, Direttore del Centro di Urologia Avanzata e direttore del Wolf Elvation Training Center Onde d’Urto in Andrologia. Presso i suoi centri propone, a seconda dei casi, i trattamenti di cui abbiamo parlato in questo articolo, per la malattia di la Peyronie. Se siete interessati e volete maggiori informazioni sull’argomento Induratio penis plastica centri specializzati, non esitate a contattarlo presso uno dei suoi centri.

Per maggiori informazioni potete contattarlo direttamente al numero 3343471726.

Seguici anche su Facebook

Email
Telefono