spermiogramma
Andrologo o Urologo per disfunzione erettile?
Gennaio 17, 2020
Disfunzione erettile: la nuova frontiera sono le onde d’urto
Onde d’urto malattia di la Peyronie
Gennaio 30, 2020

Varicocele a chi rivolgersi?

Oggi parliamo di Varicocele, una patologia che colpisce le vene all’interno dello scroto, la sacca cutanea che contiene i testicoli. Un varicocele per fare un paragone è simile a una vena varicosa che potreste avere nella gamba. Varicocele a chi rivolgersi, quali opzioni di cura abbiamo?

Varicocele a chi rivolgersi, ne parliamo con il Dott. Andrea Russo!

Il Dottor Russo è uno Specialista in Urologia e Andrologo, Direttore del Centro di Urologia Avanzata a Milano e direttore del Wolf Elvation Training Center Onde d’Urto in Andrologia a Saronno. Abbiamo fatto alcune domande al Dottore per spiegare meglio a lettori cos’è il Varicocele e come si cura.

Che cos’è il Varicocele?

Dottor Russo: sostanzialmente è una dilatazione delle vene del testicolo che fortunatamente avviene in tempi medio lunghi. La maggior parte dei varicoceli sono facili da diagnosticare e molti non hanno bisogno di cure. Se un varicocele provoca dei sintomi, spesso può essere corretto chirurgicamente.

Quali sono le cause?

Dottor Russo: Le vene del testicolo hanno il compito di portare il sangue proveniente dal testicolo in vene più grosse che si trovano nella cavità addominale. Le vene sono munite di valvole che hanno il compito di impedire la ricaduta del sangue verso il basso per effetto della forza di gravità. Detto questo, non tutti sono concordi nel definire delle cause precise.

Molti esperti ritengono che si formi un varicocele quando le valvole, all’interno delle vene del cordone, impediscono al sangue di fluire correttamente. Il risultato di questa anomalia provoca la dilatazione delle vene che viene classificata con tre gradi: il primo è il più lieve, il terzo il più grave. Questa condizione potrebbe causare danni al testicolo e provocare un peggioramento della fertilità.

Da notare che i varicoceli si formano spesso durante la pubertà e si verificano di solito sul lato sinistro, molto probabilmente a causa della posizione della vena testicolare sinistra.

Le principali ipotesi sono:

  • Completa assenza di valvole nella vena testicolare.
  • Difettoso funzionamento delle valvole della vena testicolare.
  • Presenza di un ostacolo a livello della vena testicolare che impedisce al sangue di scorrere normalmente.
  • Presenza intorno al testicolo di vene collaterali, normalmente chiuse, che causano un aumento locale del flusso di sangue.

Cosa comporta un Varicocele?

Differenza tra Andrologo e Urologo

Dottor Russo: I varicoceli sono una delle cause comuni di bassa produzione di spermatozoi e riduzione della qualità degli spermatozoi, che può causare infertilità. Tuttavia, non tutti i varicoceli influenzano la produzione di spermatozoi. I varicoceli possono anche causare lo sviluppo normale o il restringimento dei testicoli.

Come mi accorgo di avere un varicocele?

Dottor Russo: Di solito questa patologia è indolore e in realtà è abbastanza comune, specialmente nei ragazzi di età compresa tra 15 e 25 anni. Si può manifestare con una sensazione di fastidio o di peso a livello dello scroto a causa della presenza di vene dilatate e gonfie. Quando il soggetto è in piedi o compie qualche sforzo queste vene assumono l’aspetto di una “sacca di vermicelli”. In altri casi il varicocele è completamente asintomatico e viene sospettato in età adulta in presenza di problemi di infertilità di coppia. Poiché i varicoceli sono generalmente indolori, molti ragazzi non si rendono nemmeno conto di averne uno a meno che non si rivolgono ad un urologo per i controlli routinari, che purtroppo non sono una pratica comune in Italia.

I segni di varicocele includono:

  • Vene gonfie nello scroto che sembrano quasi dei vermi.
  • Una sensazione dolorosa pesante, a disagio o noiosa nello scroto.
  • Un nodulo testicolare indolore.
  • Sentirsi come se un testicolo fosse più grande o più pesante dell’altro.
  • Testicoli di dimensioni diverse.
  • Dolore: alcuni ragazzi possono provare dolore quando si alzano, che migliora quando ci si sdraia.

In caso venga diagnosticato un sospetto Varicocele a chi rivolgersi?

Dottor Russo: La diagnosi del varicocele viene fatta da un Urologo attraverso una visita specialistica, nella quale si può valutare la presenza e il grado del Varicocele. Se la situazione lo richiede è possibile approfondire con alcuni esami:

  1. Ecodoppler delle vene spermatiche per definire l’esatto grado del varicocele. È una particolare forma di ecografia che permette di stabilire la vera entità del reflusso di sangue a livello dei testicoli.
  2. Spermiogramma: analisi dello sperma per valutare se il varicocele ha causato danni a livello di produzione e funzionalità degli spermatozoi. Infatti, quando il sangue venoso ristagna nel testicolo, provocando la dilatazione delle vene testicolari e il conseguente aumento della temperatura del testicolo, si possono determinare danni nella produzione di spermatozoi.

Qual è la cura per il varicocele?

Varicocele a chi rivolgersi?

Dottor Russo: Come abbiamo detto in precedenza il varicocele è abbastanza facile da diagnosticare e per il primo e secondo grado, non necessitano di alcuna terapia chirurgica correttiva, a meno che non causi fastidio a livello scrotale o alterazioni dello spermiogramma. Il varicocele di grado III invece necessita un intervento chirurgico correttivo per evitare, possibili e futuri problemi di infertilità.

L’intervento chirurgico consiste nell’isolare i vasi sanguigni del testicolo e chiudere tutte le vene dilatate visibili al momento dell’intervento. L’intervento è minimamente invasivo e già dopo qualche ora, il ragazzo è in buone condizioni generali e può essere dimesso.

Nel 30% dei casi il varicocele può ripresentarsi. Per questo motivo è opportuno che tutti i pazienti, a 6 mesi dall’intervento, ripetano un ecodoppler delle vene spermatiche. In caso di esame negativo, l’intervento è stato risolutivo, mentre se è ancora presente un varicocele di III grado è opportuno ripetere l’intervento.

Conclusioni

Il Varicocele è una patologia che si sviluppa nel periodo della pubertà, è indispensabile, a livello preventivo, eseguire le visite di controllo perché non sempre è facile diagnosticarlo; perché asintomatico. Varicocele a chi rivolgersi l’abbiamo capito, l’urologo è lo specialista giusto per questa patologia. In particolare nella fascia compresa tra gli undici e i 17 anni, una visita dall’urologo è fortemente raccomandata per un controllo generale e in particolare per verificare il varicocele.

Richiedi un visita con il Dr. Russo 3343471726

Seguici anche su Facebook