Bruciore a urinare? Dalla causa dipende la terapia
Bruciore a urinare? Dalla causa dipende la terapia
Marzo 29, 2018
Aumenta l’infertilità maschile, cala il numero degli spermatozoi
Aumenta l’infertilità maschile, cala il numero degli spermatozoi
Aprile 24, 2018

Infertilità maschile in aumento. Tra le cause, cattive abitudini e alcuni prodotti

Infertilità maschile in aumento. Tra le cause, cattive abitudini e alcuni prodotti

Fumo, alcol, stress, inquinamento ma anche prodotti per l’igiene, alcuni farmaci, sostanze contenute in contenitori di plastica e imballaggi. Sono queste le cause principali di un problema che, oggi, ha raggiunto numeri mai visti prima. Ne parla il dottor Andrea Russo, urologo direttore di CURA – Centro di Urologia Avanzata, con sede a Milano e Saronno.

Un caso di infertilità su tre ha una causa maschile, e i dati sono ancora in aumento. «Come confermato ormai da molti studi scientifici – dice il dottor Andrea Russo, – sono diminuiti i livelli di testosterone maschile a causa di cattive abitudini, come fumo e alcol, ma anche di stress, inquinamento e dell’esposizione a prodotti che contengono sostanze chiamate interferenti endocrini con cui veniamo a contatto ogni giorno con la dieta e l’igiene personale. Il testosterone è l‘ormone steroideo che permette la maturazione degli spermatozoi e ne influenza quantità e qualità. Tuttavia, sebbene siano molti i fattori esterni che aumentano il rischio di infertilità maschile, la sola conta degli spermatozoi non è un indice dimostrato e certo di infertilità.»

Cosa sono gli interferenti endocrini?

Si chiamano ftalati, parabeni, bisfenolo A (BPA) e sono presenti in imballaggi, contenitori in plastica, cosmetici di uso quotidiano. «Il sospetto è che l’esposizione ripetuta e prolungata a queste sostanze che si trovano in contenitori e bottiglie di plastica, creme e prodotti per l’igiene personale – continua l’esperto – possano influenzare e ridurre la fertilità alterando qualità e quantità degli spermatozoi, e aumentare il rischio di alcuni tumori soprattutto se l’esposizione ripetuta e prolungata a queste sostanze avviene dal concepimento alla pubertà. Infatti, sebbene sia solo un sospetto, sembra che l’aumento dei casi di tumori al testicolo e di altre anomalie dell’apparato genitale maschile quali ipospadia e criptorchidismo, possa avere le stesse cause dell’infertilità maschile che inducono una produzione di sperma di peggiore qualità.»