IPP terapia a chi rivolgersi
Agosto 5, 2022
Frenulo parzialmente lacerato che fare?
Agosto 20, 2022

Disfunzione erettile a 20 anni cosa fare

Avere problemi di erezione a 20 anni non è così raro. Purtroppo da qualche anno c’è una tendenza, riscontrata dai numeri sempre crescenti, che riportano casi di disfunzione erettile a 20 anni cosa fare? Spesso si tratta di situazioni facilmente invertibili ma è opportuno abbandonare qualsiasi timore e parlarne con uno specialista!

Disfunzione erettile a 20 anni cosa fare? Ne parliamo con il Dottor Andrea Russo!

  • Chi è il Dottor Russo?

Il Dott. Andrea Russo è uno Specialista in Urologia e Andrologo che si dedica ai problemi sessuali maschili. A differenza di altri colleghi lui si occupa specificamente di sessualità maschile. Questo significa che sa metterti a tuo agio e che è in grado di risolvere il tuo problema. Lo dicono più di 450 recensioni positive. Il Dott. Russo esercita la sua professione in qualità di direttore del Centro di Urologia Avanzata a Milano e direttore del Wolf Elvation Training Center Onde d’Urto in Andrologia. Presso i suoi centri si utilizza un approccio terapeutico basato sui più recenti studi clinici, sulle linee guida delle società scientifiche internazionali di medicina sessuale e sull’ampia esperienza clinica del Dottor Russo.

Un problema serio, che va affrontato senza alcuna remora!

Disfunzione erettile a 20 anni cosa fare

Un paziente su quattro, con disfunzione erettile di nuova diagnosi, è un giovane: un quadro preoccupante della pratica clinica quotidiana.” Così già riportava uno studio del 2013 pubblicato sul Journal of Sexual Medicine. Secondo lo studio un paziente su quattro, che vede per la prima volta un medico con disfunzione erettile, ha meno di 40 anni. In pratica un uomo su 10 avrà questo problema, a un certo punto della sua vita, al momento dello studio, su un gruppo di 439 pazienti 114, il 26% erano uomini di età inferiore ai 40 anni.

Le cause

Parlando di disturbi sessuali nei giovani di età compresa tra 20 e 25 anni, si può presumere con una sicurezza del 95% che l’eziologia di questa condizione patologica sia basata su fattori esterni e psicologici. Un’alimentazione scorretta e squilibrata è uno dei fattori che indeboliscono la vitalità maschile a letto. Una grande quantità di carboidrati, grassi e altre sostanze influisce negativamente sulla funzione erettile, poiché questo cibo riduce significativamente la produzione di testosterone, che è responsabile della forza sessuale. La disfunzione erettile a 20 anni, nella stragrande maggioranza dei casi, si basa quindi su fattori psicologici

Consideriamo alcuni aspetti:

  • Mancanza di esperienza sessuale
  • Paura del primo contatto.
  • Sindrome depressiva, disturbi mentali. 
  • Cattivo rapporto con il partner.
  • Istruzione sessuale assente.

Come mostra la pratica i problemi di potenza ed erezione all’età di 20 anni non si basano tanto sull’età; molto spesso dipendono dalle complicate relazioni con il sesso opposto e il mondo esterno. Fortunatamente per il 95% dei casi sono facilmente risolvibili, spesso con una modifica delle abitudini alimentari e con qualche correttivo specifico. Tuttavia, in alcune situazioni, può essere necessario l’aiuto di uno specialista; uno psicologo qualificato.

Cause?

Insieme ai fattori psicologici, si distingue anche l’eziologia organica, a causa della quale alcune malattie portano a un indebolimento dell’erezione

  • I processi di infiammazione che si verificano negli organi pelvici

Queste possono essere: malattie del cuore e dei vasi sanguigni, del sistema ematopoietico; 

lesioni al pene, alla colonna vertebrale, alle articolazioni pelviche. Anche una forzata Astinenza prolungata o l’assunzione di determinati farmaci. Infine le malattie veneree e infettive.

Le cattive abitudini

L’abuso di alcol, il fumo e l’uso di sostanze stupefacenti e psicotrope, possono anche influenzare la funzione erettile in giovane età. Il consumo eccessivo di alcol inibisce la funzionalità dell’intero organismo nel suo insieme, il che porta a tutta una serie di problemi, anche nell’area genitale: la potenza, il desiderio sessuale diminuisce, l’erezione peggiora.

Pensi di rientrare in un caso di disfunzione erettile giovanile? Stai cercando soluzioni e risposte alla domanda: disfunzione erettile a 20 anni cosa fare?  Chiama il 3343471726 e fissa un primo appuntamento con il Dottor Russo!

Altre cause di erezione debole in 20-25 anni 

Gli scienziati ritengono che la qualità dello stato eretto possa essere “ereditaria”, per cui la predisposizione genetica gioca un ruolo importante. Si ritiene che un’erezione debole possa provenire dal genitore. Un’educazione sessuale impropria può anche influenzare la qualità dell’erezione nei giovani di età compresa tra 20 e 25 anni. Se i genitori hanno instillato fin dall’infanzia che “il sesso è cattivo, sporco e così via”, il giovane potrebbe avere seri problemi di natura sessuale. La masturbazione non è un fenomeno straordinario e ogni adolescente esplora il proprio corpo attraverso la masturbazione. Tuttavia, un abuso eccessivo durante la pubertà può portare al fatto che le relazioni normali non causeranno eccitazione in un ragazzo, rispettivamente, c’è una diminuzione dell’erezione. Se ci sono stati momenti del genere nella vita di un uomo, allora un sessuologo aiuterà ad affrontare il problema o strumenti specializzati che aiutano a dare fiducia in se stessi e fiducia in se stessi.

Diagnosi e trattamento della disfunzione erettile

Un andrologo si occupa dei problemi di potenza. E’ lo specialista giusto insieme all’Urologo per trovare risposte e soluzioni ai problemi di natura sessuale. All’appuntamento iniziale, vengono raccolte informazioni sullo stato di salute del paziente, sullo stile di vita, sui possibili fattori di rischio, sulle malattie croniche e su altri punti importanti. Lo scopo di questa anamnesi approfondita mira a identificare la causa esatta del problema. E’ di estrema importanza individuare la causa principale e le comorbilità, perché spesso la causa non è unica.  

Conclusioni

Disfunzione erettile a 20 anni cosa fare? Un buon consiglio, se il problema persiste per più di due, tre mesi è quello di contattare il Dott Andrea Russo e prenota una visita per discutere i vostri sintomi. Se non avete alcun riferimento, il Dott. Andrea Russo è sia uno specialista in Urologia e Andrologo e può darvi l’assistenza necessaria per trovare la via corretta per eliminare i problemi di disfunzione erettile.

Potete contattarlo telefonicamente al 3343471726 oppure inoltrando una mail a info@cura-avanzata.it.

Lo studio del Dott. Russo si trova in Via Giovanni Battista Pergolesi, 16, 20124 Milano MI.

Email
Telefono