Colpo ai testicoli cosa fare
Giugno 5, 2020
Condilomi acuminati, che cosa sono e come si curano?
Peyronie cause
Giugno 19, 2020

Difficoltà a mantenere erezione

Difficoltà a mantenere erezione

Oggi torneremo ad analizzare uno dei problemi più sentiti dagli uomini, la difficoltà a mantenere erezione. La disfunzione erettile (DE) viene classificata come l’incapacità di raggiungere o mantenere un’erezione sufficiente a condurre un rapporto sessuale. È un disturbo abbastanza diffuso tra gli uomini di età superiore ai 40 anni, che può dipendere da diverse cause.

Difficoltà a mantenere erezione ovvero la disfunzione erettile!

Difficoltà a mantenere erezione

Ci siamo occupati di questo argomento in più articoli ma, dato l’importanza, parlarne è sempre un bene perché, specialmente in Italia, questo problema soffre di un tabù che spesso frena gli uomini a rivolgersi allo specialista per migliorarlo o risolverlo. Mantenere un’erezione non è un argomento facile da discutere con un partner, figuriamoci con un medico. La presenza di questo disturbo è un problema imbarazzante che impatta sulla mascolinità di chi ne è colpito. Confusione, frustrazione, sono i sentimenti più comuni che hanno un grande effetto emotivo su qualsiasi relazione. Inoltre, sebbene tale disturbo colpisca in gran parte adulti sopra i 40 anni, non è raro negli ultimi anni vedere ragazzi giovani che ne soffrono.

A cosa è dovuta la disfunzione erettile, ne Parliamo con il Dottor Russo!

Il Dottor Russo, Specialista in Urologia e Andrologo, direttore del Wolf Elvation Training Center per Onde d’Urto in Andrologia ci spiega quali sono le cause della Disfunzione erettile e come contrastarla.

Qual è la causa della disfunzione erettile?

Le cause più comuni della disfunzione erettile sono riconducibili a malattie vascolari come l’aterosclerosi (ispessimento delle arterie) o la disfunzione endoteliale. Un’altra causa può essere legata a fattori psicologici, quali: stress, ansia da prestazione, depressione. Ancora, si può verificare in seguito a traumi o lesioni al pene, ma anche per l’assunzione di alcuni farmaci o a causa della malattia di La Peyronie (presenza di placche calcifiche a livello del pene).

In molti casi la disfunzione è provocata da una combinazione di problemi fisici e psicologici. Ad esempio, uno stato di salute fisica precario, può rallentare la risposta sessuale e potrebbe causare ansia sulla prestazione in termini di mantenimento dell’erezione. L’ansia risultante può portare o peggiorare la disfunzione erettile. Possiamo classificare le cause in due macro gruppi:

Cause fisiche

In molti casi, come anticipato, la disfunzione erettile è causata da un problema fisico. 

Le cause comuni includono:

  • Malattia del cuore.
  • Vasi sanguigni ostruiti (aterosclerosi).
  • Colesterolo alto.
  • Alta pressione sanguigna.
  • Diabete.
  • Obesità.
  • Sindrome metabolica – una condizione che comporta un aumento della pressione sanguigna, alti livelli di insulina, grasso corporeo intorno alla vita e colesterolo alto.
  • Morbo di Parkinson.
  • Sclerosi multipla.
  • Alcuni farmaci da prescrizione.
  • Uso del tabacco.
  • La malattia di Peyronie – sviluppo di tessuto cicatriziale all’interno del pene.
  • Alcolismo e altre forme di abuso di sostanze.
  • Disordini del sonno.
  • Trattamenti per il cancro alla prostata o ingrossamento della prostata.
  • Interventi chirurgici o lesioni che colpiscono l’area pelvica o il midollo spinale.
Cause psicologiche

Il nostro cervello svolge un ruolo chiave nell’innescare la serie di eventi fisici che causano un’erezione, a cominciare da sentimenti di eccitazione sessuale. Un certo numero di cose può interferire con i sentimenti sessuali e causare o aggravare la disfunzione erettile; tra questi sono inclusi:

  • Depressione, ansia o altre condizioni di salute mentale
  • Stress
  • Problemi di relazione dovuti a stress, cattiva comunicazione o altre preoccupazioni

Difficoltà a mantenere erezione, quando è realmente un problema?

Quando è realmente un problema?

Bisogna essere realistici, perché a tutti può capitare, per diversi motivi, di incappare in episodi di disfunzione erettile che possiamo definire occasionali. Questi non sono e non determinano un problema! Per dare un parametro di riferimento ed essere più specifici, meno di 1 volta ogni 5 rapporti. Questi episodi non devono assolutamente destare preoccupazione perché molto spesso si verificano in occasioni particolari quali: abuso di alcool, di sostanze stupefacenti o a stanchezza fisica.

Tuttavia l’esperienza dimostra che anche questi singoli episodi possono avere dei risvolti psicologici che creano stress e ansia da prestazione che, a loro volta, innescano ulteriori episodi di disfunzione erettile, dando vita ad un circolo vizioso che si auto alimenta.

Come si affronta la disfunzione erettile?

Prendere contatto con un Andrologo è il primo passo utile per combattere la disfunzione erettile. L’Andrologo infatti è lo specialista più indicato per trattare questo problema. La diagnosi che farà lo specialista è molto importante perché, come abbiamo visto prima, le cause dell’impotenza maschile sono molteplici.

La visita con l’Andrologo!

Una visita con l’Andrologo non differisce di molto da altre specialistiche. Una prima fase chiamata di Anamnesi raccoglierà i dati utili a contestualizzare precisamente il problema. Ciò significa che si parlerà della storia clinica del paziente, con una serie di domande relative a:

  • Stile di vita (fumo, cannabis, droghe).
  • Farmaci assunti (Attualmente e in passato).
  • Presenza o meno di malattie cardiovascolari.
  • Abitudini sessuali del paziente.

In questo modo lo specialista sarà in grado di determinare l’origine del problema, oltre a determinare la severità della malattia.

Come si migliora un’erezione?

Come si migliora un’erezione?

In seguito vedremo diverse opzioni per la cura della disfunzione Erettile ma prima di tutto è bene capire che non esistono pillole magiche e che ogni paziente ha una sua storia clinica e una sua unicità. I trattamenti che vengono proposti nei centri Cura avanzata del Dottor Russo, si basano su due punti fondamentali:

  1. Impostare una terapia personalizzata che permetterà al paziente di ottenere erezioni più vigorose e continuare ad avere un’attività sessuale soddisfacente.
  2. Scegliere trattamenti su misura che correggano le diverse cause alla base della disfunzione erettile.

L’elenco che segue riporta i trattamenti disponibili, classificati in base al risultato terapeutico desiderato.

Soluzioni al bisogno, ovvero consentono ai pazienti di ottenere erezioni prima e durante il rapporto sessuale:

  1. Farmaci per bocca (appartenenti alla categoria degli inibitori della PDE-5) come il Viagra®, Cialis®, Levitra® e Spedra®
  2. Farmaci ad azione topica come:
    1. Iniezioni peniene
    2. Pellet intrauretrali di Alprostadil (MUSE®)
    3. Alprostadil crema (Vitaros®)
  3. Vacuum device (pompa a vuoto)
  4. Protesi peniene.

Ringiovanimento e fisioterapia peniena

Sono trattamenti che consentono di rinvigorire e ringiovanire i tessuti, aiutando a migliorare il meccanismo dell’erezione.

  • Terapia con onde d’urto.
  • Esercizi di rafforzamento del pavimento pelvico.
  • Chirurgia vascolare per aumentare il flusso sanguigno o ridurre la fuga venosa.

Monitoraggio dei fattori di rischio

È nota la correlazione tra alcune patologie e la DE. Diabete, ipertensione arteriosa, malattie cardiovascolari e l’ipogonadismo influenzano la capacità erettile del paziente. Modificare lo stile di vita, assumendo farmaci per le patologie indicate, anche arrivando a sostituirli in caso provochino, come effetto collaterale la disfunzione erettile o il calo della libido; può migliorare significativamente le performance erettili.

Psicoterapia (terapia psicosessuale)

In genere la DE è un processo multifattoriale ed è il risultato dell’interazione di fattori biologici, cognitivi, emozionali e relazionali che concorrono alla sua insorgenza. Per tale motivo, la psicoterapia, unita ad altri trattamenti, può rappresentare un valido aiuto per migliorare la funzione sessuale del paziente.

Modifiche allo stile di vita

Modifiche allo stile di vita

Nonostante esistano delle condizioni mediche che possono contribuire alla disfunzione erettile, spesso la responsabilità è da attribuire ad abitudini di vita poco sane: modificare il proprio stile di vita può fare la vera differenza. I fattori di rischio più comuni sono:

  • Cattiva alimentazione
  • Fumo
  • Sedentarietà
  • Eccessivo consumo di alcool
  • Stress

Conclusioni

Quando parliamo dell’argomento difficoltà a mantenere erezione, dobbiamo persuaderci che, in presenza di un reale problema, l’unica soluzione possibile per avere delle risposte oggettive, è quella di rivolgersi ad uno specialista come il Dottor Andrea Russo. Se siete interessati ad una visita specialistica con il Dottor Russo, potete prenotare una visita nel Centro di Urologia Avanzata di Milano o al Wolf Elvation Training Center Onde d’Urto in Andrologia.

Richiedi un visita con il Dr. Russo 3343471726

Seguici anche su Facebook