Differenza tra Andrologo e Urologo
Differenza tra Andrologo e Urologo
Giugno 7, 2019
Chi è l’andrologo
Urologo Milano
Giugno 18, 2019

Andrologo per azoospermia

Andrologo per azoospermia

Sappiamo tutti cos’è l’Azoospermia? Perché ci vuole un Andrologo per l’Azoospermia? A queste e altre domande daremo una spiegazione nelle prossime righe di questo articolo. Come sempre cercheremo di dare informazioni in modo semplice e chiaro.

Andrologo per azoospermia, di cosa stiamo parlando?

In Italia il 15% delle coppie ha problemi di infertilità. L’incidenza tra uomini e donne è bilanciata, infatti i problemi sono al 50% maschili e al 50% femminili. Ma quando si definisce non fertile la coppia? Una coppia è definita infertile dopo 12 mesi di rapporti sessuali regolari non protetti in assenza di concepimento.

L’Andrologo tratta l’infertilità e l’azoospermia

Come abbiamo spiegato in modo esaustivo nell’articolo “Chi è l’Andrologo”, questo professionista è lo specialista più indicato per trattare le patologie legate all’infertilità maschile. E l’Azoospermia cos’è? Si tratta di una condizione di infertilità maschile dovuta alla totale assenza di spermatozoi nell’eiaculato.

Se ne distinguono di due tipi:
  • Azoospermia ostruttiva, le cause sono fisiologiche a causa di un’ostruzione o deviazione delle vie seminali.
  • Azoospermia non ostruttiva, i testicoli non producono spermatozoi.

Come fa l’andrologo a verificare l’Azoospermia?

Attraverso un esame chiamato spermiogramma, che consente di eseguire una valutazione della conta spermatica, sia da un punto di vista numerico degli spermatozoi sia dal punto di vista della concentrazione rispetto al totale dell’eiaculato. L’esame fa parte delle prime indagini che una coppia deve affrontare nel percorso diagnostico.

N.B. Uno spermiogramma alterato non è necessariamente sinonimo di infertilità, ma può evidenziare invece l’esistenza di una patologia che può influire sulla qualità o quantità dell’eiaculato (sperma) che necessita di ulteriori indagini per poter trattare, qualora sia possibile, le problematiche alla base del disturbo.

Le possibili cause mediche

L’infertilità maschile no ha un’unica causa il più delle volte si tratta di una sommatoria di problematiche, tra queste possiamo indicare:

  • Il varicocele. La dilatazione delle vene che drenano il sangue dal testicolo.
  • Infezioni, Orchiti, Epididimiti, gonorrea e l’HIV; che possono interferire con la corretta produzione degli spermatozoi o causare ostruzioni che bloccano il passaggio dello sperma.
  • Problemi eiaculatori. Ad esempio l’eiaculazione retrograda (il liquido seminale, invece che uscire dal pene si dirige nella vescica) che può essere provocata dal diabete, da lesioni spinali, da alcuni farmaci e interventi chirurgici alla vescica o alla prostata.
  • Anticorpi anti-spermatozoo. Una errata identificazione degli anticorpi anti-spermatozoo, che identificano gli spermatozoi come agenti esterni dannosi e tentano di eliminarli.
  • I tumori (non solo quelli testicolari) possono avere un impatto diretto sugli organi riproduttivi maschili agendo anche sulle ghiandole che rilasciano gli ormoni connessi alla riproduzione, ad esempio l’ipofisi.
  • Mancata discesa di uno o entrambi i testicoli, si verifica durante lo sviluppo fetale, e comporta un aumentato rischio di infertilità, oltre che di tumore del testicolo.
  • Squilibri ormonali, dovuti all’ipotalamo, all’ipofisi, alla tiroide e alle ghiandole surrenali così come altri squilibri ormonali possono causare infertilità.
  • Ostruzione delle vie seminali. L’ostruzione per varie cause, incluse lesioni chirurgiche accidentali, pregresse infezioni, traumi o sviluppo anomalo come avviene per esempio con la fibrosi cistica o altre patologie genetiche.
  • Difetti cromosomici. Problemi ereditari come la sindrome di Klinefelter, causano uno sviluppo anomalo degli organi riproduttivi maschili. Altre sindromi genetiche associate ad infertilità sono la fibrosi cistica, la sindrome di Kallmann e la sindrome di Kartagener.
  • Problemi di natura sessuale. Tra questi rientrano la disfunzione erettile, l’eiaculazione precoce, il dolore durante i rapporti o i problemi di natura psicologica o relazionale che interferiscono con l’attività sessuale.
  • Alcuni farmaci. Testosterone, steroidi anabolizzanti, farmaci chemioterapici, alcuni antimicotici, i farmaci anti-ulcera e altri medicinali possono inibire la produzione di spermatozoi.

Cause ambientali

L’esposizione continuativa ad alcuni elementi ambientali come calore, tossine e agenti chimici può ridurre la produzione o la funzionalità degli spermatozoi. Nello specifico, le cause includono:

  • Agenti chimici industriali.
  • Esposizione a metalli pesanti.
  • Radiazioni o raggi X.
  • Surriscaldamento dei testicoli.

Salute, stile di vita e altre cause

Altre cause di infertilità maschile sono:

  • Uso di sostanze dopanti.
  • Uso di droghe.
  • Consumo di alcool.
  • I soggetti fumatori hanno una conta spermatica più bassa rispetto ai non fumatori.
  • Stress emotivo.
  • Obesità.

Per maggiori informazioni contatta il dottore al 3343471726

 

Cure possibili?

Condilomi acuminati, che cosa sono e come si curano?

In generale la presenza di anomalie nello spermiogramma indica di sicuro che la coppia avrà difficoltà a concepire naturalmente. Ciononostante questo non significa che non possano in assoluto avere figli! In base alle condizioni del paziente è possibile intervenire chirurgicamente per ripristinare le vie seminali in caso di azoospermia secondaria dovuta a traumi, esiti cicatriziali di malattie infettive o interventi chirurgici con legatura volontaria o accidentale dei dotti deferenti. Non sempre è possibile operare, specie quando la azoospermia è congenita ma è possibile tentare la pratica dell’inseminazione artificiale.

Le opzioni per una giovane coppia sono:

  • Continuare a tentare il concepimento per via naturale, mentre l’uomo si sottoporrà a un trattamento per migliorare la qualità, quantità e morfologia degli spermatozoi
  • Valutare qualche forma di procreazione medicalmente assistita, in base alla condizione che ha scatenato il disturbo.

 

Una speranza concreta!

Servizi sessuologia

Adesso che abbiamo capito cosa significa Azoospermia e chi si occupa attivamente di questo problema, vogliamo presentarvi una possibile soluzione qualora si renda necessaria una visita specialistica presso l’Andrologo.

Dove trovare un Andrologo per Azoospermia? Il Dott. Andrea Russo, Specialista in Urologia e Andrologo, visita a Milano e Saronno. Il Dott. Andrea Russo è Direttore del Centro di Urologia Avanzata e direttore del Wolf Elvation Training Center Onde d’Urto in Andrologia a Saronno. Presso i suoi centri si utilizza un approccio terapeutico basato sui più recenti studi clinici, sulle linee guida delle società scientifiche internazionali di medicina sessuale e sull’ampia esperienza clinica del Dottor Russo.  

Presso le strutture è possibile intraprendere percorsi diagnostici per arrivare a realizzare il proprio sogno di genitorialità.

Richiedi un consulto con il Dr. Russo 3343471726

Seguici anche su Facebook