Il nostro centro si occupa di

Opzioni terapeutiche

La malattia di La Peyronie è una malattia progressiva ed è contraddistinta da due fasi diverse.

Dalla sua insorgenza fino a circa 12 mesi, la malattia è nella cosiddetta fase acuta, durante la quale le dimensioni e la morfologia della placca sono soggette a mutamenti continui ed anche la sintomatologia tende a variare.

Dopo un anno dall’insorgenza della malattia la placca e i sintomi iniziano a stabilizzarsi (fase cronica) e a questo punto sarà possibile prendere in considerazione tutte le opzioni terapeutiche. Dopo un anno anche il dolore tende a scomparire in quasi tutti i pazienti.

Esistono diverse opzioni terapeutiche per la malattia di Peyronie, che rientrano in categorie:

  • Farmaci per via orale, trattamenti topici e integratori. Nessuna di queste modalità terapeutiche si è dimostrata particolarmente efficace nel ridurre la curvatura del pene, tuttavia potrebbero essere utili per la gestione del dolore e per rallentare il decorso della malattia.
  • Modellamento meccanico. Consiste nell’esecuzione di esercizi di allungamento e rafforzamento del pene allo scopo di ridurre la curvatura. Anche se è difficile trarre benefici dal solo modellamento meccanico, la sua esecuzione è fondamentale dopo le iniezioni a base di Xiapex.
  • Terapia iniettiva a base di Xiapex. Questa è la più recente opzione terapeutica disponibile ed è la prima terapia non chirurgica che si è dimostrata efficace nel distruggere le placche. Attualmente raccomandiamo Xiapex a quasi tutti i nostri pazienti come trattamento di prima linea.
  • Correzione chirurgica. Prima dell’introduzione di Xiapex, la chirurgia rappresentava l’unico trattamento efficace per la curvatura del pene.

Il nostro protocollo terapeutico è costituito da una combinazione di questi trattamenti che varia in base al profilo del paziente, allo stadio ed alla severità della malattia.

ESEGUI TEST ONLINE