Il nostro centro si occupa di

 

Incurvamento congenito del pene (o pene curvo)

Andrologia > Incurvamento congenito del pene (o pene curvo)

Un uomo su cinque soffre di disfunzione erettile

La durata media del rapporto è di 7 minuti

Il 30% degli italiani soffre di eiaculazione precoce

Cos’è?

L’incurvamento congenito del pene, chiamato anche pene curvo o recurvatum penieno, è una deformità anatomica dovuta allo sviluppo asimmetrico dei corpi cavernosi (presenza di un lato più corto e uno più lungo). Sebbene sia presente sin dalla nascita, l’incurvamento non si manifesta, generalmente, prima della pubertà. I casi di incurvamento congenito del pene sono pochi (circa l’1% della popolazione maschile ne soffre), anche se sembra che l’incidenza sia in aumento.

Attenzione: incurvamento congenito e acquisito non sono la stessa cosa. L’incurvamento congenito è presente sin dalla nascita, mentre l’incurvamento acquisito insorge come conseguenza della malattia di La Peyronie (o Induratio Penis Plastica).

Come si manifesta?

Il pene risulta incurvato in modo anomalo verso l’alto, verso il basso o verso i lati e, spesso, l’incurvamento è accompagnato da una lunghezza maggiore del pene. Anche se l’incurvamento del pene non causa problemi di disfunzione erettile, questa anomalia può avere altre ripercussioni, quali:

difficoltà durante l’atto sessuale al momento della penetrazione (il partner può riferire dolore)

   imbarazzo per l’anomalia nella forma del pene

– aumentato rischio di fratture del pene durante il rapporto sessuale

– aumentato rischio di sviluppare la malattia di La Peyronie

Come si cura?

Se si sospetta di avere il pene curvo, è necessario rivolgersi il prima possibile allo specialista, urologo o andrologo. L’incurvamento congenito del pene si può curare esclusivamente con la chirurgia, che è risolutiva nel 100% dei casi, non dà né complicanze né anomalie estetiche.

Desideri maggiori informazioni o prenotare una visita presso il nostro centro?

ESEGUI TEST ONLINE