Eiaculazione precoce, quali sono le cause e i rimedi?
Come combattere l’eiaculazione precoce
Settembre 13, 2019
Onde d'urto
Disfunzione Erettile: Onde d’urto vs Viagra
Settembre 28, 2019

Ipogonadismo sintomi

L’insufficiente produzione di ormoni maschili, tra cui il testosterone, da parte del testicolo è definita ipogonadismo. Ipogonadismo sintomi, quali sono come riconoscerli e come comportarsi. Ne abbiamo parlato con il dottor Russo Andrea, Specialista in Urologia e Andrologo, che presta la sua opera come Direttore del Centro di Urologia Avanzata a Milano e Direttore del Wolf Elvation Training Center Onde d’Urto in Andrologia a Saronno.

Ipogonadismo sintomi, ecco come riconoscerli!

Prima di parlare dei sintomi, definiamo meglio l’ipogonadismo. Si tratta come detto di un’insufficiente produzione di ormoni maschili, in particolare dell’ormone più importante per l’uomo, il testosterone.

Una scarsa produzione di testosterone comporta:

  • Una ridotta produzione di ormoni sessuali maschili di cui il principale è il testosterone, che ha un ruolo chiave nella crescita dei testicoli e nel mantenimento delle loro funzioni.
  • Un deficit della produzione degli spermatozoi, che può a sua volta causare infertilità.
  • Entrambe le condizioni.

L’ipogonadismo può essere congenito (dalla nascita) oppure secondario (quindi acquisito nel corso della vita), in seguito a lesioni o infezioni.

Esistono due forme di ipogonadismo:

  • Ipogonadismo primario o ipergonadotropo: questa forma, nota anche come insufficienza testicolare primaria, origina da un problema a livello testicolare.
  • Ipogonadismo secondario o ipogonadotropo: questa forma è dovuta ad un problema dell’asse ipotalamo-ipofisario, struttura che si trova nel cervello, alla base del cranio e che rilascia dei messaggi (gonadotropine) che stimolano la produzione di testosterone a livello dei testicoli.

Entrambe le forme possono essere causate da fattori ereditari (congeniti) o insorgere in un secondo momento (acquisite). Talora l’ipogonadismo primario e quello secondario coesistono.

Ipogonadismo Sintomi

Ipogonadismo sintomi

L’ipogonadismo può manifestarsi prima della nascita (a livello fetale), durante la pubertà o in età adulta. I sintomi variano a seconda del momento di insorgenza. Per una diagnosi corretta è fondamentale riconoscerli o al minimo dubbio, rivolgersi ad uno specialista.

Contatta il dottore al 3343471726

Sviluppo fetale

Un’insufficiente produzione di testosterone durante lo sviluppo fetale può compromettere la corretta formazione dei genitali esterni e/o interni (in particolare la differenziazione a genitali maschili, rispetto a genitali femminili). A seconda del momento in cui l’ipogonadismo ha origine e in base ai livelli di testosterone, un bambino geneticamente maschio può nascere con:

  • Genitali:
    • maschili sottosviluppati
    • femminili
    • ambigui: genitali che non sono né chiaramente maschili né femminili

Pubertà

L’ipogonadismo può ritardare la pubertà o compromettere un corretto sviluppo. Esso può causare:

  • Mancato abbassamento del timbro della voce
  • Ridotta o mancata crescita dei peli corporei
  • Insufficiente crescita del pene e dei testicoli
  • Ridotto sviluppo della massa muscolare
  • Sproporzionata crescita degli arti (braccia e gambe) rispetto al busto
  • Crescita di tessuto mammario (ginecomastia)

Età adulta

Nei maschi adulti l’ipogonadismo può modificare alcune caratteristiche fisiche specifiche del sesso maschile e diminuire la fertilità. I sintomi possono includere:

  • Disfunzione erettile
  • Scarso desiderio sessuale
  • Infertilità
  • Riduzione della crescita di barba e peli corporei
  • Riduzione della massa muscolare
  • Perdita di tessuto osseo (osteoporosi)
  • Sviluppo di tessuto mammario (ginecomastia)
  • Difficoltà di concentrazione
  • Stanchezza

Diagnosi

onde-durto

Lo specialista eseguirà una visita per valutare se il suo sviluppo sessuale è conforme alla sua età, valutando i peli pubici, la massa muscolare e le dimensioni dei testicoli. È importante individuare prontamente l’ipogonadismo nei ragazzi, al fine di prevenire i problemi connessi alla pubertà ritardata. La diagnosi precoce e il trattamento assicurano, infatti, una maggiore protezione nei confronti dell’osteoporosi e altre problematiche ad essa associate. La diagnosi di ipogonadismo si formula sulla base dei sintomi, della visita, e dei livelli ematici di testosterone. Gli esami del sangue vengono solitamente eseguiti al mattino presto, intorno alle 8, poiché i livelli di testosterone variano durante il giorno e generalmente raggiungono il picco alla mattina. Se gli esami confermassero bassi livelli di testosterone, sarà necessario effettuare ulteriori esami per capire se si tratta di un disturbo a livello testicolare o ipofisario.

Alcuni di questi esami sono:

  • Dosaggio ormonale
  • Spermiogramma
  • Imaging ipofisario
  • Test genetici
  • Biopsia testicolare

Il dosaggio del testosterone svolge un ruolo importante durante la gestione dell’ipogonadismo, aiutando il medico a stabilire la dose corretta di farmaco, sia all’inizio della terapia che nel corso del tempo.

Esiste una cura per l’ipogonadismo?

Vitamina d

L’ipogonadismo può avere effetti negativi sulla salute dei soggetti di sesso maschile e causare varie problematiche derivanti da un’insufficiente produzione di testosterone.

Una terapia efficace deve avere tre obiettivi:

  • Ristabilire i corretti livelli di testosterone, tramite una terapia ormonale sostitutiva.
  • Trattare le patologie preesistenti che hanno innescato l’ipogonadismo
  • Migliorare i sintomi causati dell’ipogonadismo, come la disfunzione erettile, il calo della libido, ecc.

Credo di avere un problema di ipogonadismo, cosa posso fare?

Se sospetta di avere sintomi riconducibili ad bassi livelli di testosterone, il consiglio è quello di rivolgersi ad uno specialista. Il nostro team è altamente specializzato nella diagnosi e terapia dell’ipogonadismo e nel trattamento dei problemi ad esso connesse, come la disfunzione erettile o l’infertilità. Durante la prima visita, verrà raccolta una dettagliata anamnesi per giungere ad una corretta diagnosi e scegliere il miglior trattamento per ripristinare adeguati livelli di testosterone.

Conclusioni

Come abbiamo visto l’ipogonadismo è un deficit di testosterone che può verificarsi in differenti fasce d’età, ognuna delle quali caratterizzata da differenti sintomi per i quali una diagnosi precoce è auspicabile. Con l’articolo, Ipogonadismo sintomi, abbiamo tracciato una casistica di sintomi riconducibili alle differenti fasce d’età. Qualora doveste trovarvi nella condizione di riscontrare su voi stessi o su familiari questo tipo di sintomatologie, il Dottor Russo e la sua equipe saranno lieti di potervi essere d’aiuto.

Per maggiori informazioni contatta il dottore al 3343471726

Seguici anche su Facebook